Janssen Oncology
GSK Ematologia
Passamonti: Macroglobulinemia di Waldenstrom
Passamonti Linfoma mantellare

Terapia con cellule CAR-T anti-CD30 nel linfoma di Hodgkin recidivante e refrattario


La terapia con cellule T ingegnerizzate con il recettore chimerico dell'antigene ( CAR ) delle neoplasie delle cellule B si è dimostrata efficace.
Si è determinato se lo stesso approccio delle cellule CAR-T specifiche per CD30 ( CD30.CAR-T ) possa essere utilizzato per trattare il linfoma di Hodgkin.

Sono stati condotti due studi paralleli di fase I/II presso due centri indipendenti che hanno coinvolto pazienti con linfoma di Hodgkin recidivante o refrattario e cui sono state somministrate CD30.CAR-T dopo linfodeplezione con Bendamustina da sola, Bendamustina e Fludarabina o Ciclofosfamide e Fludarabina.

L'endpoint primario era la sicurezza.

In tutto 41 pazienti hanno ricevuto CD30.CAR-T. I pazienti trattati avevano una mediana di 7 linee precedenti di terapia, inclusi Brentuximab vedotin, inibitori del checkpoint e trapianto di cellule staminali autologhe o allogeniche.

Le tossicità più comuni sono state eventi avversi ematologici di grado 3 o superiore. La sindrome da rilascio di citochine è stata osservata in 10 pazienti, in tutti di grado 1.
Non è stata osservata tossicità neurologica.

Il tasso di risposta globale nei 32 pazienti con malattia attiva che hanno ricevuto linfodeplezione a base di Fludarabina è stato del 72%, inclusi 19 pazienti ( 59% ) con risposta completa.

Con un follow-up mediano di 533 giorni, la sopravvivenza libera da progressione a 1 anno e la sopravvivenza globale per tutti i pazienti valutabili sono state del 36% e del 94%, rispettivamente.

L'espansione delle cellule CAR-T in vivo è stata dipendente dalla dose delle cellule.

Pazienti fortemente pretrattati con linfoma di Hodgkin recidivante o refrattario che hanno ricevuto linfodeplezione a base di Fludarabina seguita da CD30.CAR-T hanno mostrato un alto tasso di risposte durevoli con un eccellente profilo di sicurezza, evidenziando la fattibilità di estendere le terapie con cellule CAR-T oltre i tumori canonici delle cellule B. ( Xagena2020 )

Ramos CA et al, J Clin Oncol 2020; 38: 3794-3804

Emo2020 Onco2020 Med2020 Farma2020


Indietro